Consulenza Societaria

La consulenza societaria è il primo core business dello Studio.

Al centro della nostra attività professionale vi è la ricerca e l’ottimizzazione della struttura giuridica adottabile dall’imprenditore per il proprio obiettivo.

Siamo un punto di riferimento per le operazioni di riorganizzazione societaria e passaggi generazionali.

Lo Studio gestisce con professionalità e competenza ogni operazione straordinaria prevista nel nostro ordinamento.

I nostri Clienti vengono assistiti in tutte le fasi della vita sociale, a partire dalla fase preliminare dello studio e valutazione delle forme giuridiche previste dal diritto societario e, successivamente, nelle fasi di regolamentazione delle cariche di governo dell’ente, delle modifiche statutarie, delle operazioni straordinarie e della liquidazione.

Quanto alla fase costitutiva, l’attività dello Studio offre al cliente un supporto giuridico-aziendale per le proprie decisioni strategiche, anche ove le stesse prevedessero la centralità del passaggio generazionale.

Le attività dello Studio riguardano:

  • scelta della forma giuridica più adatta alle necessità del business ed ai regimi di responsabilità patrimoniali;
  • elaborazione di business plan e pianificazione finanziaria;
  • costituzione di società di capitali e costituzione di società di persone;
  • redazione ed analisi dello statuto sociale;
  • assistenza societaria nella regolamentazione che disciplina gli amministratori;
  • patti para sociali

L’attività dello Studio è poi focalizzata nell’offrire ai Clienti un’assistenza professionale in operazioni di riorganizzazione societaria e riordino degli assetti proprietari che comprendono: fusioni, scissioni, trasformazioni, cessioni di partecipazioni e cessioni d’azienda.

Start-up

Sempre più spesso potenziali imprenditori sviluppano idee innovative per far fronte alle esigenze del mercato, in costante mutamento ed evoluzione. Basti pensare che l’Italia è uno dei principali paesi in quanto a numero di brevetti registrati che, spesso, restano semplici idee e non vengono poi trasformati in progetti imprenditoriali.

In molti casi le idee non riescono a trovare i canali giusti per svilupparsi e l’aspirante imprenditore non può portare avanti il progetto fermandosi alle prime difficoltà e difronte ai costi della costituzione della società ecc. Grazie all’esperienza dei propri soci ed alle molte opportunità normative (società a responsabilità limitata semplificata, start-up innovative, PMI innovative, agevolazioni per le spese di R&S, detrazioni IRPEF per gli investitori, crediti d’imposta per le assunzioni, ecc.), tmp è in grado di assistere i propri Clienti per cogliere le migliori oppportunità.

Crowdfunding

Sempre più spesso le imprese di piccole e medie dimensioni non hanno possibilità di crescere non disponendo delle necessarie risorse finanziarie. Pur avendo investito tutte le proprie energie e risorse nello sviluppo dell’azienda l’imprenditore non dispone di ulteriori risorse e, stanti le dimensioni, il ricorso al tradizionale capitale di rischio con individuazione di investitori privati è molto difficile.

Grazie allo sviluppo del web si sta progressivamente sviluppando una nuova forma di finanziamento nota come Equity crowdfunding o semplicemente crowdfunding.

Tramite piattaforme internet in Europa annualmente vengono sviluppati oltre 500.000 progetti di sviluppo di aziende di piccole e medie dimensioni.

Con il crowdfunding investitori privati e professionali possono contribuire al finanziamento di progetti

imprenditoriali beneficiando, ove possibile, delle agevolazioni per le start – up innovative. Le piattaforme internet consentono di canalizzare l’ampia disponibilità liquida degli investitori sui progetti imprenditoriali come previsto dalla vigente normativa

Società Cooperative e Terzo Settore

La Riforma del Terzo Settore, che interessa oltre 300 mila tra organizzazioni associative, cooperative ed Onlus di volontariato, introducendo molte numerose novità fiscali, rappresenta un’importante opportunità di sviluppo del settore comportando, al contempo, la necessità di adoperarsi per una sua corretta gestione evitando così che le opportunità si trasformino in rischi.

Le novità più importanti riguardano la creazione del Codice del Terzo Settore, l’impresa sociale, la stabilizzazione e le nuove regole per l’iscrizione ed il riparto del cinque per mille Irpef. Vi sono poi importanti incentivi fiscali grazie all’introduzione di un innovativo Social bonus, previsto per le donazioni agli enti di volontariato e a finalità sociale.

Con l’entrata in vigore del Codice del Terzo Settore, viene istituito il Registro Unico, al quale dovranno iscriversi gli ETS, gli enti del terzo settore, ovvero le Onlus, che verranno identificati in base all’attività di volontariato o a fini sociali svolta: ODV (Organizzazioni di volontariato), APS (Associazione di Promozione Sociale), Imprese sociali e via discorrendo.

Gli ETS che dovranno iscriversi al nuovo Registro Unico del Terzo Settore sono tutti quegli enti a finalità civica, di solidarietà o di utilità sociale a titolo volontario e gratuito.

L’accesso al Crowdfunding

La raccolta fondi (Crowdfunding), vera opportunità per il terzo settore, è l’insieme complesso di attività e iniziative finalizzate al finanziamento della propria attività istituzionale attraverso lasciti, donazioni e contributi di terzi. Rappresenta una grande opportunità per il terzo settore, anche grazie alle nuove tecnologie che sfruttano internet per la raccolta.